SCUSARSI COME SOLUZIONE

Sbagliare è lecito. Accade spesso di offendere involontariamente qualcuno, oppure arrecargli un danno, fosse anche morale, a causa di una nostra distrazione o mancanza di attenzione nei suoi confronti, ma tutto ciò è normale, succede e non è affatto un dramma. In questi casi è sufficiente scusarsi e non occorre mortificarsi. C’è da dire, però, che in moltissimi casi la mente interviene in senso negativo, sviluppando un sistema che dispone il scusarsi come soluzione ad ogni evento di distrazione. Ciò giustifica meno attenzione da parte nostra, tale da rendere molto più frequente il provocare ferite, decisamente più profonde, a chi ci sta accanto.
Il chiedere scusa, pertanto, non è da intendersi come una soluzione, bensì come un rimedio che ci viene in aiuto quando le nostre azioni o parole possono essere nocive o interpretate in senso negativo. Nonostante l’esistenza di tale rimedio, è doveroso mantenere sempre e comunque l’attenzione e la considerazione nei confronti di chi si rapporta con noi, nel pieno, totale e indiscusso rispetto reciproco, tenendo conto del suo modo di essere e di come potrebbe intendere ogni nostra parola o gesto. Già questi accorgimenti non saranno sufficienti, come è ovvio che sia, ma almeno ridurranno la probabilità di risultare dannosi o offensivi, inoltre verranno così evitate ferite troppo profonde, a volte irreversibili.

Relazionarsi con le altre persone non è cosa facile, ognuno è fatto a modo proprio ed esprime la condizione attuale di tutte le esperienze passate, vissute fino a quel momento. È abbastanza ovvio che tali esperienze differiscono tra loro in maniera sostanziale, così che per ogni persona lo stato di relazione si fondi su basi molto diverse a seconda dei vari casi. Ecco perché è necessario mantenere un atteggiamento attento in ogni momento e ad ogni parola, e ciò nonostante si verificheranno ugualmente casi di incomprensione.

Quando accade non serve mortificarsi, ciò provocherebbe un certo fastidio legato al senso di colpa nell’animo di chi si confronta con noi che peggiorerebbe la situazione e la renderebbe più radicata, compromettendo, a volte, il rapporto stesso. Chiedere scusa in maniera sentita e sincera è la cosa più giusta da fare. Quando, però, facendo un piccolo e breve esame di coscienza, ci rendiamo conto di ricorrere alle scuse un po’ troppo di frequente, allora è il caso di fermarsi un attimo e riflettere sulla nostra attenzione, in quanto è pressoché sicuro che la mente ci ha posto il rimedio come la soluzione.

Se giudichiamo verosimile la presenza in noi di un meccanismo del genere, allora è indispensabile bloccarlo ed eliminarlo al più presto dalla nostra vita e dai nostri rapporti, in quanto nocivo, dannoso ed essenzialmente irrispettoso. Potrebbe essere che le persone attorno non si accorgano del nostro automatismo, ma non bisogna preoccuparsene, eliminandolo comunque e alla svelta, ricominciando a mantenere un atteggiamento attento e rispettoso, verso noi stessi e verso gli altri.

È importante mantenere sempre presente che scusarsi è il rimedio, non la soluzione.


Nessun commento:

Posta un commento