L'INSICUREZZA

Tra le diverse forme complesse di manifestazione delle malattie energetiche, trova posto anche l’Insicurezza. Ben nota a tutti, è la rocciosa nemica che si oppone nelle nostre scelte più, o meno, importanti. Affrontarla non è affatto facile, ma esistono dei sistemi per comprenderla, evitarla o estinguerla.
L’Insicurezza è quello stato mentale che ci sottomette nel momento in cui operiamo delle scelte rilevanti o azzardate. Nei casi peggiori, si può anche riscontrare nelle decisioni più semplici e quotidiane, scaturendo tra dubbi, mille domande e altrettante obiezioni.

Questa malattia energetica si manifesta traendo origine dall’Attaccamento, al quale però si aggiunge la Paura. Si può dire, pertanto, che l’Insicurezza è l’evoluzione dell’Attaccamento, e proprio per questa ragione si rende necessaria una terapia che prenda spunto dal Distacco. Ciò, tuttavia, non sarà sufficiente in quanto è indispensabile agire inizialmente sulla Paura e solo in un secondo tempo si potrà ottenere un risultato positivo col favore del Distacco. l’unico iter efficiente, quindi, sarà quello di confidare sulla Presenza, da intendersi nell’ormai famosa espressione del qui e adesso, e operare poi per mezzo del Distacco.

La Paura, in collaborazione con l’Attaccamento, genera l’Insicurezza e da essa ne trae alimento. Maggiore sarà il nutrimento e più manifesta sarà l’Insicurezza, fino a raggiungere le situazioni più semplici e quotidiane scadendo, infine, nel costante stato di incertezza continuativo dei casi peggiori. La tempestività di intervento è pertanto decisiva, attendere troppo a lungo o lasciare che l’Insicurezza doni massima forza alla Paura può provocare gravi problemi, proprio in virtù del fatto che quest’ultima otterrà energia sufficiente per garantirsi l’apertura di nuovi nutrimenti, generabili dalle altre forme base: Rancore, Giudizio e Abbandono. Quindi, se possibile, è opportuno agire immediatamente, onde evitare la necessità di terapie multi direzionali più complesse e opposizioni mentali eccessive.

A livello fisico, l’Insicurezza colpisce le stesse aree dell’Attaccamento, influenzandone in modo più ragguardevole gli effetti. Le gambe, gli organi sessuali, gli intestini, nonché le ghiandole surrenali, sono i bersagli principali e le malattie ivi manifeste possono essere anche gravi.

È da tenere presente, inoltre, che l’eccesso di sicurezza non differisce dall’Insicurezza, se non per carattere o direzione. Essa, infatti, è comunque una sua espressione, diversa da quella classica e naturale, ma pur sempre facente parte della medesima matrice.

Un buon sistema per alleviare la morsa dell’Insicurezza è quello di rendersi presenti nell’adesso e osservare i casi della vita come semplici, seppur mirabili, esperienze personali, e senza dare eccessiva importanza ad eventuali errori di scelta o relative decisioni sbagliate. Ogni errore è utile per imparare ed evolvere, tuttavia non deve essere inteso come una lacuna incurabile del nostro essere. Valutare con lieve e ponderato distacco ogni dubbio, chiedendosi quanta importanza merita sul serio ogni bivio e l’eventuale possibile errore nella scelta, è l’atteggiamento corretto e salutare per vivere con serena disinvoltura la propria esistenza.


Nessun commento:

Posta un commento